elezioni conagai prima parte

Opzioni
andrea_sarchi
modificato April 2018 in Generale
Sono fuori dal giro dall'ormai lontano 19 dicembre 2016 giorno in cui ho rassegnato le dimissioni da presidente della CTN perdendo con ciò anche il diritto di sedere in direttivo del CONAGAI. 

Ho appena visto i candidati alle prossime elezioni del CONAGAI e anche se inizialmente ero propenso a mantenere il silenzio ha prevalso la necessità di esprimere ad alta voce alcuni pensieri forse solo per mettere a disposizione un po di esperienza. 

Prima di entrare nel vivo penso sia utile fare alcune premesse.  
I collegi autonomi, Valle d'Aosta, Trentino, Alto Adige in materia di Guide Alpine e di Maestri di Sci hanno competenza legislativa primaria. In altre parole possono legiferare a livello territoriale senza doversi attenere strettamente alla legge quadro 6/89. 

I tre collegi autonomi uniti rappresentano più o meno il 50% delle Guide Alpine italiane.

È evidente e anche pienamente giustificabile che legati da identità di genere e di interessi tendano a fare squadra anche se tra di loro ci sono alcune differenze culturali. 

Gli altri collegi sono la Lombardia, il Piemonte, il Veneto i più numerosi. Gli altri più piccoli come il Friuli la Liguria, l’Emilia Romagna, la Toscana, le Marche, l'Abruzzo, la Campania, la Sicilia eterogenei e diversi per cultura e organizzazioni.

 Tra i compiti del Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane c'è quello di coordinare le scelte della nostra categoria e di fungere da interfaccia per le istituzioni, governo in testa. 

Tutto questo è di vitale importanza se vogliamo che la nostra categoria continui a vivere e svilupparsi, evitando di essere sommersa dalla miriade di sigle e di organizzazioni che aspirano ad avere un ruolo riconosciuto, alla italica maniera, in questa giungla di attività e di competenze che stanno sotto il cappello dell'Outdoor. 

CONTINUA

Lascia un Commento

Ciao!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare, accedi con le tue credenziali.

Ti informiamo che puoi accedere inserendo email e password dell'Area riservata del sito Guidealpine.it