Sulle prossime elezioni e sul futuro della professione - 2

Opzioni
caruso_paolo

... continua...

2.          Testi tecnici: forse non tutti sanno quanto, negli anni ’90, mi sono
impegnato per condividere i contenuti del mio lavoro sulla Tecnica del
movimento con le Guide Alpine Italiane. Da un po' di tempo ho cominciato a
condividerlo con Guide Alpine e Maestri d’arrampicata di altri Paesi, ma trovo
che sia un peccato che i nostri connazionali ne rimangano in qualche modo
esclusi. Di sicuro pochissimi sanno quanto male fu gestita la questione dall’allora
dirigenza del Nazionale e della CT, al punto tale che fui costretto a
difendermi legalmente da alcune azioni... diciamo quanto meno poco corrette e
nobili. Di contro negli ultimi anni, grazie alle richieste di diverse guide
alpine e a una gestione della CT sicuramente più lungimirante e saggia, sono
stato invitato a 2 riunioni (a Verona e ad Arco) con l’obiettivo di rimettere
in ordine, almeno in parte, quel contenuto tecnico che era stato modificato e
distorto al punto da generare una certa confusione proprio a discapito del
contenuto stesso e del suo utilizzo all’interno della categoria. Ho quindi
lavorato, per altro in veste di volontario e a mie spese, per cercare di andare
incontro alle richieste che erano state fatte, con l’idea – e la speranza - che
nell’imminente futuro saremmo giunti al miglior risultato possibile. Tutto ciò,
invece, si è fermato e ho dovuto prendere atto di aver perso soltanto tempo e
denaro. Ho anche dovuto constatare che quanto accaduto è avvenuto
contemporaneamente alle dimissioni di Andrea Sarchi. Se qualcuno volesse fare e
promuovere un lavoro diverso dal mio non ho nulla in contrario, anzi... Non
trovo però giusto che vengano mal scopiazzati e deformati i contenuti del
lavoro di qualcun altro (in questo caso del mio). Una dirigenza del Nazionale
che si rispetti, insieme alla CT, dovrebbero dare risposte giuste e senza
ambiguità anche in questa direzione
:
vedere i riferimenti ai testi tecnici nei programmi elettorali fatti col “copia
e incolla” senza riferimento alcuno alla volontà di chiarire e risolvere questa
situazione in modo corretto, fa sorridere.
 

3.            Il famigerato accordo con i VVF firmato da Marco Vallesi su incarico di
Cesa Bianchi. Non entro nel merito dell’accordo, anche perché sono già stati
tanti gli interventi relativi a questo argomento. Ma l’idea che una sparuta
minoranza di persone prenda decisioni che vanno a turbare delicati equilibri
già esistenti, all’insaputa degli altri, non mi piace. Anche se non mi sono mai
voluto occupare di soccorso organizzato, non credo sia giusto che siano in
pochi a prendere decisioni che coinvolgono tutti, esattamente come credo che
sia sbagliato che una manciatina scarsa di guide dell’ormai noto Collegio
regionale delle Marche decida come, dove, quando e quanto debbano lavorare gli
altri professionisti della montagna nell’area dei Monti Sibillini,
affiancandosi a un Ente Parco che impone divieti e regolamenti che sembrano
superare i limiti del buon senso e delle normative vigenti.
 

4.           Da un certo tempo si respira un’aria di maggiore disarmonia, di
contrasto e di lotta; perfino i toni utilizzati in varie circostanze,
soprattutto in questo ultimo periodo, hanno talvolta superato i limiti di un
civile confronto per sfociare in un clima di arroganza e di guerra di tutti
contro tutti che non farà altro che indebolirci, favorendo i contrasti interni
così come le opposizioni esterne alla nostra categoria. Credo sia
indispensabile a questo punto sostituire l’arroganza e gli atteggiamenti
“dittatoriali” con il buon senso, la condivisione e la concertazione, ma anche
spostare l’obiettivo dagli interessi personali a quelli della categoria su
tutto il territorio nazionale.

Non ho mai creduto possibile che un governo delle regioni autonome possa
essere la risposta giusta alla gestione della “cosa pubblica”, cioè del
professionismo della montagna in tutte le regioni d’Italia, ma piuttosto che
continuare su questa via con coloro che costituiscono l’attuale dirigenza,
ritengo che qualsiasi soluzione sia da preferire a quella attuale.

 Cordiali saluti a tutti

Paolo Caruso

Commenti

  • caruso_paolo
    Molto bene

    molte grazie
  • admin
    modificato April 2018
    Ciao Paolo, nessun nerd-miracolo o un invito alla competizione :-)
    Solo l'ordine viene condizionato da nuovi contenuti aggiunti. Ciao a presto

Lascia un Commento

Ciao!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare, accedi con le tue credenziali.

Ti informiamo che puoi accedere inserendo email e password dell'Area riservata del sito Guidealpine.it